La sicurezza e le Unified Communication: un sistema efficace per limitare i problemi degli attacchi esterni

Un sistema di Unified Communication che condivide strumenti VoIp, chat, video e informazioni sugli utenti stessi che li utilizzano, è per sua stessa natura esposto ad elevati rischi di intrusione e furto di dati sensibili. Se poi si considera che tali sistemi vengono sempre più spesso adoperati in ambito lavorativo anche da enti, quali l’amministrazione pubblica, le banche o gli ospedali, interessati in modo particolare dal problema, diventa estremamente semplice comprendere quanto un sistema di sicurezza diventi importante. Telefonate effettuate da soggetti esterni a spese dell’azienda o dell’ente, intercettazioni e furto di informazioni delicate e riservate, infatti, sono solo alcuni dei rischi che le aziende, pubbliche o private che siano, si trovano a dover fronteggiare quotidianamente. Ecco dunque che il modo migliore per proteggersi e proteggere i dati dei propri clienti diventa proprio quello di dotarsi di un sistema UC&C che supporti un meccanismo di protezione e sicurezza noto come Autenticazione a due Fattori.

Profili social, pagine di informazioni o servizi, account di posta e bancari e siti aziendali, infatti, sono solo parte di un lungo elenco di applicazioni e siti web dove giornalmente ognuno di noi inserisce dati personali di qualsiasi genere che, altrettanto quotidianamente, espongono la sicurezza delle nostre informazioni riservate ad attacchi esterni più o meno efficaci. Un lungo elenco al quale ne corrisponde un secondo, altrettanto folto, di password da memorizzare e utilizzare per bloccare l’accesso a terzi e soprattutto da modificare, di tanto in tanto, proprio per cercare di limitare il più possibile eventuali furti di dati. Password che, tuttavia, nonostante un sempre crescente livello di complessità, non sono più sufficienti.

Inserire un livello di scurezza in più, dunque, non è solo possibile ma anche fondamentale. L’autenticazione a due fattori, in particolare, è un sistema tramite il quale, per poter accedere ai propri account, sarà necessario possedere non una ma ben due password o codici. Doppia autenticazione, doppia password da memorizzare? Assolutamente no. All’utente, infatti, sarà richiesto di ricordare esclusivamente la password da lui scelta per accedere all’applicazione o al servizio per il quale si sta facendo il login. Per il secondo passaggio, sarà sufficiente possedere un account di posta o uno smartphone. Dopo aver inserito correttamente le proprie credenziali, infatti, siti e servizi online come Google, Apple, Facebook e molti altri, richiederanno all’utente di inserire un codice numerico inviato tramite SMS, mail o ad un’applicazione esterna installata sul proprio smartphone. Facile, veloce e soprattutto utile per ostacolare i tentativi di furto dei dati. Non solo, infatti, i codici in questione saranno validi soltanto per un breve lasso di tempo, ma comportano l’utilizzo di più device e profili (Pc, Smartphone, applicazioni e account di posta) per l’accesso al servizio cosa che, se non rende impossibile l’intrusione da parte di terzi, quanto meno complica notevolmente la vita ai provetti intrusi.