27 Settembre 2020
News

Smart Working o Remot Working: quale futuro per l’Italia?

12-06-2020 15:39 - News

L’emergenza da coronavirus ha dato una spinta alla diffusione del concetto di “lavoro agile” in Italia: il nostro paese è ultimo in Europa ma si avvia verso un forte cambiamento culturale


Quello dello Smart Working è un concetto che negli ultimi 2 mesi abbiamo imparato non solo a conoscere ma con il quale abbiamo fatto i conti a livello pratico: una vera e propria nuova realtà che ci ha messo di fronte ad un potenziale cambiamento culturale destinato a modificare radicalmente le nostre abitudini lavorative. Ma facciamo un passo indietro e vediamo nel dettaglio di cosa si tratta. In questi due mesi di quarantena forzata abbiamo spesso sentito tradurre il termine “Smart Working” con il generico lavorare da casa: nulla di più limitativo e lontano dalla realtà dei fatti. Il “lavoro agile, infatti, è molto di più del semplice telelavoro o Remot Working. In questo caso, ci si riferisce essenzialmente allo svolgimento delle proprie mansioni lavorative da casa, rispettando però gli orari canonici previsti dal contratto lavorativo. In sostanza, cambia semplicemente la sede dalla quale il dipendente svolgerà i propri compiti ma nella sostanza ci sono ben poche differenze dal classico lavoro d’ufficio. Quando si parla di Smart Working, al contrario, ci si riferisce ad un sistema che consente al lavoratore di scegliere non solo il luogo da cui lavorare ma anche l’orario. Un radicale cambiamento di prospettiva che permette realmente di conciliare le necessità lavorative a quelle personali e familiari. Ma l’Italia è davvero consapevole dei vantaggi del lavoro agile?

Smart Working, Italia fanalino di coda europeo


Guardando i dati dell’ultimo rapporto Eurostat datato 2018 la risposta sembrerebbe decisamente negativa tanto che l’Italia continua ad essere il fanalino di coda dell’Europa in quanto a diffusione dello Smart Working. Se la media europea dei lavoratori dipendenti impegnati smar tworking è dell’11,6%, nel nostro paese si attesta appena al 2% mentre a guidare la “classifica” restano i paesi del Nord Europa come Svezia e Olanda dove il lavoro agile coinvolge circa il 31% dei lavoratori.
Tuttavia, proprio l’emergenza sanitaria da Covid-19 ha dato una notevole spinta alla diffusione di questo “nuovo” paradigma lavorativo anche nel nostro Paese. Nonostante l’Italia resti ancora notevolmente sotto la media europea, oggi si registra un incremento del 20% rispetto ai dati del 2018 con oltre 570mila lavoratori agili presenti sul territorio italiano. Una prima luce in fonda al tunnel: le aziende italiane ancora faticano a liberarsi delle vecchie abitudine lavorative ma senza dubbio le necessità imposte dalla diffusione del Coronavirus hanno spinto fortemente verso un primo cambiamento culturale importante. Che sia il primo passo verso una vera e propria rivoluzione del mondo del lavoro?

Imprenditori e dipendenti, probabilmente, se lo stanno augurando. Se per i dipendenti diventa sempre più possibile, come abbiamo già detto, conciliare lavoro e vita privata, sono proprio le aziende che guardano con altrettanto interesse al lavoro agile Lo sviluppo e l’implementazione di attività di smart working, infatti, può tradursi anche in un miglioramento della produttività e, parallelamente, della riduzione dei costi con conseguente aumento degli investimenti. Magari proprio in tecnologia.


siti web - www.infonetcloud.com
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy
Infonet comunica che tramite il proprio sito internet www.infonetsrl.com raccoglie alcuni dati personali degli utenti e, nel rispetto del Regolamento Europeo 2016/679 (GDPR) rende note le modalità di trattamento dei suddetti dati.

Titolare del trattamento dei dati personali
Infonet Sas
Via Duino, 128
10127 - Torino (TO) Italia
P.IVA e C.F. 07425300014

Email: info@infonetsrl.com
Telefono:
+39 011 3116206

Tipologia di dati acquisiti
www.infonetsrl.com raccoglie dati tecnici di navigazione, dati di utilizzo, email, nome, cognome, numero di telefono, provincia, nazione, cap, città, indirizzo e ragione sociale e cookie.
I dati personali sono forniti deliberatamente dall'utente tramite la compilazione di form, oppure, nel caso di dati di utilizzo, come ad esempio i dati relativi alle statistiche di navigazione, sono raccolti automaticamente navigando sulle pagine di www.infonetsrl.com
. Nel caso di form di registrazione, se l'utente preferisce non comunicare dati obbligatori, www.infonetsrl.com si riserva il diritto di non fornire il servizio.

Infonet, tramite il proprio sito web non utilizza direttamente cookie ma può utilizzare cookie includendo servizi di terzi.Ciascun utilizzo di cookie viene dettagliato nella Cookie Policy.
L'utente che comunichi, pubblichi, diffonda, condivida o ottenga dati personali di terzi tramite www.infonetsrl.com si assume la completa responsabilità degli stessi.

Modalità, luoghi e tempi del trattamento dei dati acquisiti
Il presente sito (www.infonetsrl.com) è stato progettato in modo da garantire misure di sicurezza ritenute adatte ad impedire l'accesso, la divulgazione, la modifica o la cancellazione non autorizzata di dati personali. Il trattamento avviene, da parte del nostro personale autorizzato, mediante strumenti automatizzati nel rispetto della normativa vigente (GDPR) ed in conformità ai principi di correttezza, liceità, trasparenza, tutela della riservatezza dell'utente e dei suoi diritti, per il tempo strettamente necessario all'utilizzo del servizio.
L'utente ha inoltre pieno diritto di richiedere e ottenere informazioni in merito alle misure di sicurezza adottate dal titolare al fine di proteggere i dati. In caso di un remoto ma pur sempre possibile accesso indesiderato, il titolare del trattamento dei dati si impegna, come previsto dal GDPR, ad effettuarne comunicazione al Garante della Privacy entro i termini previsti dalla legge.

I dati personali sono mantenuti e trattati nelle sedi operative e amministrative del titolare, nonché nelle webfarm dove risiedono i server che ospitano il sito web www.infonetsrl.com, o sui server che ne effettuano le copie di sicurezza. I dati personali dell'utente non vengono mai portati o copiati fuori dal territorio europeo.

Nel caso di dati acquisiti per fornire un servizio all'utente, (sia per un servizio acquistato che in prova) i dati vengono conservati per 24 mesi successivi al completamento del servizio. Oppure fino a quando non ne venga revocato il consenso.
Nel caso in cui il titolare fosse obbligato a conservare i dati personali in ottemperanza di un obbligo di legge o per ordine di autorità, il titolare può conservare i dati per un tempo maggiore, necessario agli obblighi.

Legittimità giuridica del trattamento dei dati acquisiti
Il titolare acquisisce dati personali degli utenti nei seguenti casi:

- se l'utente ha deliberatamente accettato il trattamento per una o più finalità;
- per fornire le informazioni richieste dall'utente circa un prodotto o un servizio;
- perché il titolare possa adempiere ad un obbligo di legge;
- perché il titolare o terzi possano perseguire i propri legittimi interessi.

L'utente può richiedere in qualsiasi momento al titolare del trattamento, chiarimenti sulla base giuridica di ciascun trattamento nonché la cancellazione dei propri dati personali.

Finalità del trattamento dei dati acquisiti
I dati dell'utente sono raccolti dal titolare per le seguenti finalità:

- fornire informazioni tecniche e commerciali;
- fornire preventivi agli utenti;
- ordini;
- fatturazione;
- inviare avvisi di scadenza sui servizi;
- inviare avvisi di rimozione dati;
- inviare newsletter;


L'utente può richiedere in qualsiasi momento al titolare del trattamento, chiarimenti sulle finalità di ciascun trattamento nonché la cancellazione dei propri dati personali.

Diritti dell'interessato
L'utente possiede tutti i diritti previsti dall'art. 12 del EU GDPR: potrà infatti richiedere che i propri dati vengano controllati, modificati e/o integrati (rettificare), cancellati.

In relazione a quanto specificato dal GDPR, nello specifico ha il diritto di:
- sapere se il titolare detiene dati personali relativi all'utente (art. 15 - Diritto all'accesso);
- modificare o integrare (rettificare) i dati personali inesatti o incompleti (Art. 16 - Diritto di rettifica);
- richiedere la cancellazione di uno o parte dei dati personali mantenuti se sussiste uno dei motivi previsti dal GDPR (Art. 17 - Diritto alla Cancellazione);
- limitare il trattamento solo a parte dei dati personali, o revocarne completamente il consenso al trattamento, se sussiste uno dei motivi previsti dal Regolamento (Art. 18 - Diritto alla limitazione del trattamento);
- ricevere copia di tutti i dati personali in possesso del titolare, in formato di uso comune organizzato, e leggibili anche da dispositivo automatico (Art. 20 - Diritto alla Portabilità);
- opporsi in tutto o in parte al trattamento dei dati per finalità di marketing, ad esempio opporsi e ricevere offerte pubblicitarie (art. 21 Diritto di opposizione). Si fa presente agli utenti che possono opporsi al trattamento dei dati utilizzati per scopo pubblicitario, senza fornire alcuna motivazione;
- opporsi al trattamento dei dati in modalità automatica o meno per finalità di profilazione (c.d. Consenso).

L'utente può esercitare i propri diritti sopra esposti comunicandone richiesta al titolare del trattamento mediante richiesta scritta che deve pervenire al seguente indirizzo mail: info@infonetsr.com.

La richiesta di esercitare un proprio diritto non ha nessun costo. Il titolare si impegna ad evadere le richieste nel minor tempo possibile, e comunque entro un mese.

torna indietro leggi Privacy Policy  obbligatorio